• Registrati
    *
    *
    *
    *
    *
    Fields marked with an asterisk (*) are required.
Sei qui: Home

* Iscritto nel Registro Min. Giustizia con P.D.G. n. 24 del 29/01/2008
** Ente abilitato alla formazione per Conciliatore - Min. Giustizia con P.D.G. n. 22 del 21/09/2007 - certificato UNI EN ISO 9001:2008

Included in the list of Organisations Civil Justice ADR (european Code of Conduct for Mediators)

Mediazione Civile & Commerciale Organismo di conciliazione Elenco mediatori familiari Corsi formativi per conciliatori Albo arbitri Arbitrato Camera arbitrale Corsi formativi per arbitri A.N.P.A.R.

Le domande di avvio della procedura conciliativa

E-mail Stampa PDF
L'AVVIO DELLA PROCEDURA
Per procedere alla richiesta di intervento di un conciliatore specializzato nominato dall’Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato dell’A.N.P.A.R. per avviare il tentativo obbligatorio di conciliazione con la parte avversa, occorre che tu fornisca le informazioni complete e precise su cui poter lavorare, e invii la richiesta unitamente a copia del bonifico delle spese di segreteria concordate con la tua organizzazione di appartenenza oppure puoi rivolgerti direttamente alla segreteria della tua organizzazione. Non consegnare MAI soldi in contante a nessuno, se, te li cercano avvisa la Direzione Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Per i NON CONVENZIONATI le spese fisse di segreteria  per PARTE sono pari a 30 euro e debbono essere effettuate mediante bonifico  intestato a:
ANPAR- Associazione Nazionale per  l’Arbitrato intrattenuto con la BANCA MEDIOLANUM C/C N. 1079670 ABI N. 03062 - CAB n. 34210
CODICE IBAN- IT17I0306234210000001079670 -
Causale versamento: SPESE SEGRETERIA PER AVVIO PROCEDURA  CONCILIATIVA.
Gli importi pagati sono detraibili fiscalmente.
STEP UNO - CONTROLLA CHE CI SIA TUTTO, PRIMA DI PARTIRE
Innanzitutto, controlla se i campi della domanda relativi alla controparte che inviti alla conciliazione  siano esatti: in particolare l’indirizzo (se, manca uno solo degli elementi inseriti nella domanda non e' possibile procedere)
Occorre, che nella domanda, venga esposto  sommariamente l’oggetto della controversia e il valore presumibile della stessa, non allegare nessun altro documento (salvo mandati a legali o procure a terzi)
Occorre, che tu abbia chiara e piena conoscenza di chi sia il debitore (ad esempio, verificare, che non si tratti di una richiesta telefonica giunta da un cliente che non conosci, senza avere referenti precisi...). Se, si tratta di una società di persone (Snc, sas) occorre che tu indichi chi di loro e' il responsabile. 
Se non lo sai, puoi fare una rapida "visura" gratuitamente dagli archivi di tutte le camere di commercio italiane, accedendo da http://www.infoimprese.it
Se hai necessità di ulteriori dettagli telefona all’ufficio segreteria   n. 089.274306 oppure consulta tua  DELEGAZIONE di appartenenza.
 

ULTIME NEWS

A.E.S.Crim

www.aescrim.it