News CONVENZIONI DEFINITE
25 novembre 2008
ASSOCIAZIONE NAZIONALE PER L’ARBITRATO & LA CONCILIAZIONE & L’ASSOCIAZIONE FORENSE NAZIONALE di DIRITTO dei CONSUMATORI e DIRITTO IMMOBILIARE -CONSUMATORI ED UTENTI – IMPRESE – PICCOLI PROPRIETARIIMMOBILIARI, INQUILINI,AMMINISTRATORI IMMOBILIARI
PROTOCOLLO D’INTESA CONVENZIONE
Tra
A.N.P.A.R. (Associazione Nazionale per l’Arbitrato e la Conciliazione) riconosciuta ai sensi dell’art. 4, comma 3 del D.M. del 23 luglio 2004, n. 222, quale ente formativo accreditato  e iscritta presso il registro degli organismi di conciliazione  presso il Ministero di Giustizia con D.D.G. del 21 settembre 2007, con sede in Pellezzano Loc. Corgiano, 20/D C.F. e P.I. 03023510658 in persona del suo Presidente Dr. Giovanni Pecoraro;
nonché
L’Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato dell’ANPAR deputato a gestire tentativi di conciliazione a norma dell’art. 38 del D. Lgs. 17/01/2003, n. 5 e suoi DDMM nn. 222/2004 e 223/2004, riconosciuto con D.D.G. del 29 gennaio 2008 ed iscritto al N. 24 del registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione a norma dell’art. 38 del decreto legislativo 17 gennaio 2003, n. 5, con sede in Pellezzano Loc. Corgiano 20/D C.F. e P.I. 03023510658 in persona del suo Presidente Dr. Giovanni Pecoraro, da una parte
e
UNIONE AVVOCATI GIUSCONSUMERISTI ED IMMOBILIARISTI, (di seguito denominata UAGI), con sede legale in Napoli alla Via Bernini 25, in persona del suo Presidente Nazionale avv. Vincenzo Vitiello;
PREMESSO che:
• UAGI prevede tra i propri scopi statutari:
per gli Avvocati Giusconsumeristi e gli Avvocati Immobiliaristi di:
•    tutelare gli interessi sindacali, professionali, economici, tecnici e morali degli Avvocati e dei Praticanti Avvocati Giusconsumeristi e degli Avvocati e dei Praticanti Avvocati Immobiliaristi anche attraverso la disponibilità di idonea assistenza tecnica in materia sindacale, legale, amministrativa e deontologica;
•    realizzare la promozione della figura e del ruolo professionale, culturale, sociale e politico degli Avvocati  Giusconsumeristi e degli Avvocati Immobiliaristi;
•    di provvedere, anche tramite la Scuola Nazionale di Formazione Avvocati Giusconsumeristi e Immobiliaristi in diritto dei consumatori, diritto dei consumatori d’impresa, diritto locativo e diritto condominiale, anche di concerto con gli ordini professionali competenti e le università degli studi, alla specializzazione e formazione continua degli avvocati associati con l’assegnazione di crediti formativi, nonché alla costante verifica di professionalità per gli iscritti dandone comunicazione al Consiglio Nazionale Forense e agli Ordini Forensi;
•    rilasciare attestati di competenza con un limite temporale di durata riguardanti la qualificazione professionale, tecnico-scientifica e le relative specializzazioni dei soci, tramite una verifica di carattere oggettivo direttamente acquisita o riscontrata o comunque in suo possesso;
•    organizzare, anche di concerto con associazioni di categoria, corsi per l’avviamento professionale di amministratori immobiliari;
•    svolgere attività che incidono su diritti costituzionalmente garantiti e su interessi che, per il loro radicamento nel tessuto socio-economico, comportano l’esigenza di tutelare la collettività degli utenti e perseguire scopi esclusivamente professionali, sociali e culturali;
•    tutelare e valorizzare i diritti dell’avvocatura, garantire ai praticanti ed agli avvocati una idonea formazione professionale;
•    vigilare sul rispetto dei diritti fondamentali della persona ed in particolare sul diritto ad una effettiva difesa e ad un processo equo e di ragionevole durata;
•    diffondere i valori della professione forense, riaffermandone la rilevanza costituzionale e la specificità nei processi di integrazione con le realtà sociali ed economiche;
•    promuovere la crescita culturale della professione e del prestigio forense;
•    analizzare i problemi che coinvolgono l’attività professionale della classe forense e proporre soluzioni alle competenti istituzioni nonché rappresentare a livello nazionale gli iscritti nei rapporti con gli organi di rappresentanza istituzionale dell’Avvocatura, i rappresentanti dei pubblici poteri, l’Ordine Giudiziario, anche per proposte ed iniziative nell’interesse della categoria forense;
•    promuovere il dibattito sulle tematiche del diritto dei consumatori e del diritto immobiliare in Italia e nell’Unione Europea, con particolare riferimento alle esigenze di miglioramento e di riforma della legislazione nel diritto dei consumatori e nel diritto immobiliare;
•    offrire informazione, consulenza, assistenza giudiziale e stragiudiziale ai soci e collaborazione agli avvocati nello studio e nella pratica professionale del diritto dei consumatori, diritto dei consumatori d’impresa, diritto locativo e diritto condominiale;
•    promuovere strutture di servizio per la realizzazione degli scopi sociali;
•    promuovere e garantire la dialettica democratica tra i soci;
•    promuovere e garantire l’osservanza e l’applicazione effettiva di principi deontologici secondo un codice etico da essa elaborato;
•    provvedere all’ introduzione di sistemi di certificazione della qualità delle prestazioni professionali rese dagli avvocati giusconsumeristi e dagli avvocati immobiliaristi nei confronti dei cittadini consumatori-utenti;
•    editare o collaborare a riviste specializzate ed a pubblicazioni di carattere giuridico-economico;
•    promuovere e sostenere la ricerca e lo studio del diritto dei consumatori e del diritto immobiliare nella prospettiva di una futura unificazione delle procedure e degli ordinamenti giuridici comunitari;
•    accertare e porre a confronto le prassi delle autorità giudiziarie in materia di diritto dei consumatori e diritto immobiliare;
•    sviluppare correlazioni e partecipare a progetti con altri soggetti nazionali, comunitari ed internazionali sulla materia del diritto dei consumatori e del diritto immobiliare o su materie correlate od analoghe;
•    collaborare con gli ambienti accademici per approfondire lo studio del diritto dei consumatori e diritto immobiliare;
•    favorire e promuovere l’utilizzazione degli strumenti di tutela collettiva previsti dagli ordinamenti giuridici nazionali e comunitari;
•    favorire lo scambio di informazioni, esperienze e documentazione tra i soci per agevolare una più stretta collaborazione tra tutti gli operatori del diritto che si dedicano allo studio ed alla pratica del diritto dei consumatori, diritto dei consumatori d’impresa, diritto locativo e diritto condominiale;
•    promuovere e sostenere la presenza degli  Avvocati Giusconsumeristi e degli Avvocati  Immobiliaristi nelle istituzioni e negli organismi forensi e giudiziari;
•    partecipare o stipulare accordi con organismi nazionali od internazionali la cui collaborazione possa risultare utile al conseguimento degli scopi sociali.
per i consumatori e gli utenti di :
•    rappresentare e tutelare i diritti e gli interessi dei consumatori e degli utenti, sia individualmente che collettivamente, con servizi di informazione, consulenza e assistenza legale stragiudiziale e giudiziaria introducendo, inoltre, l’azione collettiva di gruppi di consumatori per la tutela degli interessi diffusi (c.d.”class actions”) secondo le modalità previste dalla normativa vigente;
•    promuovere la partecipazione in organismi e commissioni per la conciliazione e il componimento stragiudiziale delle vertenze e delle controversie;
•    stringere rapporti di collaborazione, di comune iniziativa, in adesione con organizzazioni i cui scopi risultino affini e comunque convergenti con i propri;
•    svolgere opera di propaganda ed informazione in relazione ai suddetti scopi sociali, mediante conferenze, manifestazioni, pubblicazioni scientifiche, pubblicazioni di periodici ed analoghe iniziative.
per le imprese del commercio, turismo e servizi:
a) per i Titolari e legali rappresentanti delle Imprese come consumatori ed utenti:
•    rappresentare e tutelare i diritti e gli interessi dei titolari delle imprese, come consumatori ed utenti, sia individualmente che collettivamente con servizi di informazione, consulenza e assistenza legale stragiudiziale e giudiziaria introducendo, inoltre, l’azione collettiva di gruppi di consumatori per la tutela degli interessi diffusi (c.d.”class actions”) secondo le modalità previste dalla normativa vigente;
b) per le Imprese:
•    rappresentare e tutelare i diritti e gli interessi delle imprese con servizi di informazione, consulenza ed assistenza legale stragiudiziale e giudiziaria in materia di diritto dei consumatori d’impresa, per tutelare, cioè, gli interessi delle imprese nei confronti delle aziende fornitrici di beni e servizi pubblici e privati, nella prevenzione del contenzioso con i consumatori, nella cause intraprese dai consumatori contro le imprese e nelle azioni collettive presentate da gruppi di consumatori contro le imprese per l’azione risarcitoria collettiva (c.d.”class actions”) secondo le modalità previste dalla normativa vigente;
•    promuovere intese e concertazione permanente tra le imprese del commercio, del turismo e dei servizi ed i consumatori, per una migliore tutela e composizione dei rispettivi interessi;
•    definire modelli di comportamento in ordine ai rapporti commerciali, caratterizzati da correttezza, trasparenza e reciproca fiducia dei contraenti;
•    promuovere la procedura di Conciliazione tra i consumatori e le imprese e tra le imprese innanzi  gli enti ed organismi riconosciuti.
per i piccoli proprietari immobiliari:
•    rappresentare e tutelare i diritti e gli interessi dei proprietari immobiliari, quali utenti e consumatori degli immobili e dei servizi che si riferiscono al patrimonio immobiliare al fine della migliore fruibilità e godibilità degli immobili, del territorio e dell’ambiente, con servizi di informazione, consulenza e assistenza legale stragiudiziale e giudiziaria introducendo, inoltre, l’azione collettiva di gruppi di consumatori per la tutela degli interessi diffusi (c.d.”class actions”) secondo le modalità previste dalla normativa vigente;
•    promuovere opportune azioni a difesa del territorio ed a tutela delle esigenze di vivibilità dei centri urbani;
•    promuovere la partecipazione in organismi e commissioni per la conciliazione e il componimento stragiudiziale delle vertenze e delle controversie;
•    stringere rapporti di collaborazione, di comune iniziativa, in adesione con organizzazioni i cui scopi risultino affini e comunque convergenti con i propri;
•    svolgere opera di propaganda ed informazione in relazione ai suddetti scopi sociali, mediante conferenze, manifestazioni, pubblicazioni scientifiche, pubblicazioni di periodici ed analoghe iniziative.
per gli inquilini:
•    rappresentare e tutelare i diritti e gli interessi degli inquilini con servizi di informazione, consulenza e assistenza legale stragiudiziale e giudiziaria introducendo, inoltre, l’azione collettiva di gruppi di consumatori per la tutela degli interessi diffusi (c.d.”class actions”) secondo le modalità previste dalla normativa vigente;
•    promuovere la partecipazione in organismi e commissioni per la conciliazione e il componimento stragiudiziale delle vertenze e delle controversie;
•    stringere rapporti di collaborazione, di comune iniziativa, in adesione con organizzazioni i cui scopi risultino affini e comunque convergenti con i propri;
•    svolgere opera di propaganda ed informazione in relazione ai suddetti scopi sociali, mediante conferenze, manifestazioni, pubblicazioni scientifiche, pubblicazioni di periodici ed analoghe iniziative.
per gli amministratori immobiliari:
•    rappresentare e tutelare i diritti e gli interessi degli amministratori immobiliari con  servizi di informazione, consulenza e assistenza legale stragiudiziale e giudiziaria in diritto condominiale;
•    promuovere la partecipazione in organismi e commissioni per la conciliazione e il componimento stragiudiziale delle vertenze e delle controversie;
•    stringere rapporti di collaborazione, di comune iniziativa, in adesione con organizzazioni i cui scopi risultino affini e comunque convergenti con i propri;
•    svolgere opera di propaganda ed informazione in relazione ai suddetti scopi sociali, mediante conferenze, manifestazioni, pubblicazioni scientifiche, pubblicazioni di periodici ed analoghe iniziative.
per l’ambiente:
•    rappresentare e tutelare i diritti e gli interessi dei cittadini con servizi di informazione, consulenza e assistenza legale stragiudiziale e giudiziaria in diritto ambientale;
•    operare e promuovere la tutela e la valorizzazione della natura e dell’ambiente, delle risorse naturali, della salute collettiva, delle specie animali e vegetali, del patrimonio storico, artistico e culturale, del territorio e del paesaggio a tutela dei consumatori.
per i cittadini in genere:
•    promuovere e chiedere agli organi ed Istituzioni competenti una migliore qualità dei servizi della giustizia diretta a conseguire un miglior funzionamento della giustizia civile, penale, amministrativa e tributaria a tutela dei diritti dei cittadini.
• l’A.N.P.A.R. quale Ente accreditato presso il Ministero di Giustizia abilitato a tenere corsi per conciliatori specializzati, nonché,   “Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato” Ente deputato a svolgere e tenere le Conciliazioni di cui all’art. 38 del D. Lgs. n. 5/2003
CONSIDERATO che:
• la recente legislazione (Decreto legislativo n. 206 del 06 settembre 2005, cosiddetto “Codice del Consumo”) tende ad incoraggiare la promozione dei diritti dei consumatori ed utenti nonché  il ricorso alle procedure alternative di risoluzione delle controversie con forme adeguate quali la conciliazione stragiudiziale di cui al decreto legislativo del 17 gennaio 2003, n. 5 (controversie in materia  societarie-economiche  e finanziarie), in conformità e nel rispetto dei principi stabiliti dalle suddette norme, nonché dalla Legge  249/97 e dalla Delibera Agcom n. 182/02/CONS;
•    dal 1° gennaio 2009 entrerà in vigore il nuovo articolo 140 bis del Codice del Consumo, approvato con la legge n. 244 del 2007, rubricato “Azione collettiva risarcitoria”;
SI CONVIENE E SI STIPULA IL PRESENTE PROTOCOLLO D’INTESA VALIDO ANCHE QUALE  CONVENZIONE
1. Le premesse costituiscono il protocollo e sono  parte integrante della  presente convenzione.
2. Tra tutte le sopra indicate parti così come rappresentate si promuove una iniziativa formativa in materia di diritto dei consumatori, diritto dei consumatori d’impresa, diritto delle locazioni e diritto condominiale ed una procedura di conciliazione extragiudiziale delle controversie insorgenti tra i propri iscritti  e tra questi e fornitori, consumatori, imprese, proprietari di case, inquilini, amministratori immobiliari, amministrazione pubblica, istituzioni pubbliche e private disciplinata da apposito regolamento.
3.Con il presente accordo le parti danno vita ad un disciplinante per la procedura di conciliazione (di seguito, “Procedura”) amministrata dall’Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato dell’A.N.P.A.R. (di seguito, “Organismo”) finalizzata alla risoluzione stragiudiziale delle controversie che dovessero insorgere fra i propri iscritti e tra questi e fornitori, consumatori, imprese, proprietari di case, inquilini, amministratori immobiliari, amministrazione pubblica, istituzioni pubbliche e private, rappresentati da UAGI firmataria del Protocollo d’Intesa.
4. In tema di conciliazione e formazione  l’A.N.P.A.R. si atterrà a tutte le normative vigenti.
5. Per rendere operativa la presente convenzione UAGI provvederà a diffondere tra i suoi associati principalmente l’opportunità di poter svolgere le controversie societarie, economiche e finanziarie, patti di famiglia ricompresi nell’art. 1 del D. Lgs. n. 5/2003 e l’azione collettiva risarcitoria, c.d. class action, attraverso la procedura Conciliativa di cui all’art. 38 del precitato Decreto, indicando quale Ente deputato a ciò l’Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato, completo di recapiti telefonici della segreteria dell’Organismo – tel. 089/2590961- fax 089/274306, e-mail: info@anpar.it.
6. L’Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato s’impegna a far svolgere tale attività di Conciliazione, a favore degli iscritti a UAGI, con la riduzione del 50% del costo previsto per l’avvio della procedura di cui all’art. 3, comma 2 del D.M. 223/2004. La segreteria dell’Organismo regolerà la procedura di conciliazione. La procedura di Conciliazione potrà essere svolta presso la sede nazionale UAGI in Napoli alla Via Bernini 25 e presso le sedi regionali UAGI e per tale utilizzo logistico ed impegno di spazi dedicati, e utilizzo dei beni di proprietà di UAGI, sarà riconosciuto, a quest’ultima, un rimborso spese pari al 20%  del 50°%  spettante al delegato  sulla parte del contributo  che il conciliatore specializzato, a cui è affidata la conciliazione,  lascerà all’organismo di conciliazione. Il contributo è concordato  dal delegato ANPAR  e il relativo accordo  è soggetto  ad approvazione dello stesso organismo.
7. Per l’attività formativa in ossequio ai DD.MM. nn. 222/2004 e 223/2004 nonché al D.D.G. del 24 luglio 2006 l’A.N.P.A.R. potrà svolgere su richiesta concordata  con UAGI corsi per la Conciliazione di base o specialistici con i  partecipanti indicati dalla stessa e che abbiano i requisiti previsti dalla legge per poter accedere ai corsi formativi, compatibilmente con gli impegni  dei formatori iscritti all’ANPAR con PDG del Ministero della Giustizia. Tali corsi saranno pubblicizzati da UAGI alla quale verrà riconosciuto una  rimborso spese pari al 10% dei versamenti, al netto di IVA, effettuati dai corsisti, a patto che i corsisti  procacciati  da UAGI non siano inferiore a 15 unità.   
Tali corsi saranno diretti e curati da personale esclusivamente dell’ANPAR così come previsto dalla legge. 
8. Potrà essere elaborato un vademecum informativo da distribuire ai propri associati della Conciliazione societaria, la Conciliazione prevista per l’azione collettiva risarcitoria e conciliazione in generale da parte di UAGI con il supporto scientifico dell’ANPAR e suoi formatori. 
9. Per diffondere il più possibile la cultura della Conciliazione non solo tra gli associati UAGI, ma anche per il resto del grande pubblico, potranno essere organizzate delle manifestazioni, convegni, tavole rotonde, e quant’altro, a cura di UAGI e con il contributo scientifico dell’Organismo Internazionale di Conciliazione e Arbitrato dell’ANPAR  i cui formatori, potranno intervenire, alle predette manifestazioni, nonché per l’organizzazione scientifica dell’evento.
10. Sempre per poter diffondere la Cultura della Conciliazione potranno essere organizzati degli incontro pomeridiani con cadenza trimestrale presso la sede nazionale UAGI e presso le sedi regionali UAGI tra i vari associati e personale dirigenziale ANPAR per approfondire alcuni particolari aspetti della Conciliazione, e verrà corrisposto agli appartenenti all’A.N.P.A.R. solo il rimborso spese per viaggi, trasporti, pernottamento.
11. Potrà essere valutata l’opportunità, previa deliberazione unanime dei rappresentati legali delle due associazioni, di istituire borse di studio o assegni di ricerca per la diffusione della cultura della Conciliazione, o nuove metodologie di conciliazione e nuove opportunità anche prevedendo degli stage all’estero per i Conciliatori professionisti già in possesso di tale qualifica nonché di ulteriori titoli valutativi che denotano la conoscenza e professionalità in materia di conciliazione. A tal fine potranno essere coinvolte altre associazioni o Enti pubblici o privati  per il supporto economico all’iniziativa, o presentare uno specifico progetto con contributi-finanziamenti ottenuti da organismi nazionali o internazionali.
12. UAGI quale Ente Associativo, in persona del suo Presidente o Consiglio Direttivo,  potrà avvalersi della collaborazione scientifica dell’ANPAR e suoi formatori per eventuali profili giuridici-contrattuali inerenti la conciliazione, tra UAGI e soggetti terzi o fornitori di servizi. La presente  convenzione  deve intendersi estesa a tutti i Comitati Regionali ed alle Sezioni Comunali  UAGI presenti in Italia.
Napoli, 29 ottobre 2008
Il Presidente ANPAR                                        Il Presidente CERTOCONSUMO
GIOVANNI PECORARO                                              VINCENZO VITIELLO