A V V I S O

Gli uffici dell’ A.N.P.A.R.  chiuderanno per FERIE  il  07 agosto  e riapriranno il 29 agosto 2010.

(Per tutti quelli che hanno interesse a prenotarsi per uno dei corsi formativi pubblicati sul sito, al fine di entrare nella graduatoria prevista dalla legge (max 30 corsisti), possono  farlo inviando ON-LINE (attenendosi scrupolosamente alle istruzioni nella scheda). E’ necessario versare un acconto minimo di euro 200 per essere sicuri di  rientrare fra i 30 (vale la data del bonifico). Alla riapertura degli uffici i soggetti che hanno inviato la scheda d’iscrizione saranno contattati immediatamente. E’ importante che nella scheda di iscrizione siano riportati i seguenti dati obbligatori: l’importo versato, data del versamento, numero di CRO (numero identificativo del bonifico).

Per compilare la scheda di prenotazione del corso clicca sul seguente link: https://www.anpar.it/test/scheda-iscrizione-corso-di-formazione-per-conciliatori-specializzati

BUONE FERIE A TUTTI I NAVIGANTI

 

GLI STEP DA TENERE PRESENTE PER DIVENTARE CONCILIATORE SPECIALIZZATO 

 

Le tappe per svolgere  l’attività di conciliatore:

1. Frequentare un corso formativo altamente specializzato, con ente accreditato presso il Ministero della giustizia e superare la prova finale di valutazione;

2. Iscriversi, ad un organismo, pubblico o privato – presso il quale deve svolgersi il procedimento di conciliazione – disposto a far svolgere la tua opera o il tuo servizio nell’organismo o comunque nell’ambito del procedimento di conciliazione. L’Organismo ,deve essere iscritto nel Registro del Ministero di giustizia e deve assicurare garanzia di serietà ed efficienza

  • Facendo un paragone automobilistico, chi si appresta ad iscriversi ad un corso, deve sapere:
  • che, con la frequentazione di un corso acquisisce –  la patente;
  • che, con l’organismo, serio ed efficiente – la macchina,
  • con la benzina – per  continuare il percorso e giungere a svolgere la mediazione.

Conclusione: fare un corso –  senza la possibilità successiva – di essere iscritto ad un organismo di conciliazione è come non averlo FATTO. Qui, sta anche la differenza di costi tra corsi e corsi. Inoltre, è sempre buona  norma, nell’ipotesi di “organismi privati” disposti  ad iscrivervi, accertarsi –  per una maggiore trasparenza deontologica – che il rappresentante legale, deputato a designare il conciliatore e i componenti degli organi di amministrazione e di controllo del medesimo, non svolgano attività di mediazione.