(ASCA) – Roma, 23 giu – ”Se abbattessimo del 10% i tempi della giustizia civile potremmo avere un incremento del pil dello 0,8%”. La presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia ritorna sulla necessita’ di ridurre i tempi della giustizia in Italia.

Una misura – spiega a margine della presentazione degli scenari economici del Csc – che inevitabilmente contribuirebbe alla crescita economica. ”La durata dei processi civili in Italia – sottolinea Marcegaglia – e’ molto piu’ alta che negli altri paesi. C’e’ un costo maggiore per le imprese e per i cittadini per avere ragione. C’e’ anche una grande domanda di giustizia e c’e’ molta litigiosita”.

Per la leader degli industriali, quindi, ”bisogna accorpare i tribunali, usare molto la digitalizzazione, e fare in modo che una persona prima di fare causa debba magari pagare qualcosa perche’ c’e’ un numero enorme di cause cresciute con la crescita degli avvocati. E’ come – spiega – se gli avvocati stessi si creassero una domanda”.