Ogni mese si respira aria di soddisfazione  in casa ANPAR, per i risultati raggiunti che vengono inviati al ministero di Giustizia. Anche per il  mese di aprile, pur se inframmezzato dal periodo Pasquale, sono state 234 le mediazioni iscritte, a fronte delle 225 del mese precedente, mentre  i pendenti finali  salgono a 455 contro  i 402 del mese scorso. L’augurio mio e dell’associazione che rappresento – dice Pecoraro –  è quello di  continuare nel proficuo lavoro di dialogo e condivisione con tutti i mediatori iscritti, con i coordinatori regionali,delegati comunali ed  uffici di prossimità.

Sono 86 i mediatori occupati che si sono spartiti circa 30.000 euro di indennità. Infine sono 181 le controversie definite che non sono giunte in Tribunale, con un enorme risparmio sui costi di Giustizia e con i cittadini sempre più protagonisti assieme ai mediatori della mediazione civile.