In sintonia con le nostre richieste di due mesi fa  al Ministro Alfano  non è riuscito il tentativo  di portare  a sei mesi (settembre 2011) il rinvio dell’obbligatorietà per le sole controversie condominiali e dei sinistri stradali.
Nel frattempo migliaia di giovani avvocati, laureati, professionisti, imprese, cittadini, associazioni, cioè quasi tutti – escluso  una sparuta minoranza di ordini provinciali degli avvocati che fanno parte, dell’organo politico dell’avvocatura – , ringraziano il Ministro per la capacità e la forza con il quale unitamente a tutte le forze politiche ha contrastato efficacemente per la prima volta la richiesta di una  “lobby”. Ora c’è da pensare, purtroppo  ai tantissimi, che saranno fuori dalle designazioni in quanto non possono offrire   loro disponibilità a dirimere controversie obbligatorie per le altre materie di cui all’art. 5 del D. Leg.vo 28/2010,   a partire dal  20 marzo 2011.  Faranno in tempo a frequentare un corso  idoneo e  ottenere in tempo utile l’iscrizione ad un organismo di conciliazione?