Mediazione obbligatoria:  anche le controversie  in materia di condominio e di risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti fuori dal decreto milleproroghe? Tanto sembra capire dallo stop di Napolitano, che ha richiamato l’attenzione  sull’ampiezza e sulla eterogeneità delle modifiche. Lo snellimento governativo del decreto milleproroghe  dovrebbe prevedere  l’eliminazione dell’ articolo 2, comma 16-decies ( disposizione di proroga al 20 marzo 2012 delle materie sopra citate). Dunque, piena applicazione a partire dal 20 marzo 2011 di tutte le materie  di cui all’art. 5 del D. Leg.vo n. 28/2010. Dunque nessuna, violazione della Costituzione e nessuna lesione dei diritti disponibili dei cittadini, afferma Pecoraro, presidente dell’Associazione Nazionale per l’arbitrato e la conciliazione: La volontà dei cittadini  è sovrana su tutto, mediazione civile compresa e la verità sta nel fatto che il cittadino  vuole essere protagonista e gestire  in una controversia i propri torti e le proprie ragioni, non vuole “difese” imposte o coartate, ma vuol fare prevalere il buon senso della ragione e della volontà e cercare di restare in buoni rapporti  con la parte avversa.