Sono consuete le prevaricazioni dell’O.U.A. nei confronti degli avvocati penalisti

Attira molto, moltissimo interesse la dissociazione  dell’Unione Camere Penali che non aderisce  all’iniziativa di protesta dell’O.U.A. prevista il giorno 16 c.m.  “sia perché non riconosce a tale associazione di categoria  una rappresentanza generale dell’avvocatura, sia perché la protesta del 16 c.m. è stata proclamata anche a nome dell’avvocatura penale” .
L’unione Camere Penali  tiene a precisare anche  un altro punto MOLTO importante quello che “  l’UCPI ha sempre proclamato astensioni con riguardo ai temi “della struttura del processo e dell’ordinamento e comunque a tutela dell’interesse generale dei consociati, ma non a tutela degli interessi professionali della categoria degli avvocati”, mentre lo strumento dell’astensione prolungata dalle udienze è stato adottato solo in caso di attacco ai diritti costituzionalmente garantiti.

Indirettamente, secondo l’UCPI l’invocata anticostituzionalità della mediazione civile,  è inesistente.