Processi civili arretrati: è necessario più incisività qusto è quanto  affermato dal ministro di Giustizia Avv. Paola Severino,  “Il nostro processo civile e’ un malato al quale abbiamo dedicato gia’ molte cure, ma che ha bisogno di riceverne ancora. In questi mesi abbiamo gia’ preso decisioni importanti. Ricordo il filtro in appello: in prospettiva ci permettera’ di non accumulare piu’ arretrati. Ma occorre anche aggredire l’arretrato esistente. Abbiamo gia’ cominciato a ragionare con le categorie interessate, intendo i magistrati e gli avvocati, sulle possibili soluzioni. L’idea e’ creare delle task-force da dedicare ai fascicoli pendenti da piu’ tempo”.