IL 02 MAGGIO 2008 SIGLATO IL PROTOCOLLO D’INTESA TRA CONFARTIGIANATO ED ANPAR PER LA CONCILIAZIONE – GLI ISCRITTI POSSONO RICHIEDERE IL RELATIVO REGOLAMENTO CON LE TARIFFE ALLE RISPETTIVE ORGANIZZAZIONI
PROTOCOLLO D’INTESA

Tra
A.N.P.A.R. – Associazione Nazionale per l’Arbitrato e la Conciliazione – in persona del Presidente p.t. Giovanni Pecoraro, nato a Mercato San Severino (SA) il 21/10/1945, con sede in Pellezzano (SA) Loc. Corgiano, 20/D C.F. (P.I. 03023510658);
e
Confartigianato A.L.I. ( ASSOCIAZIONE LIBERE IMPRESE) della Provincia  di Salerno, in persona del Presidente p.t. Giuseppe gallo, nato a Polla il 19.04.1967, con sede in Salerno alla via Luigi Guercio, n16
PREMESSO CHE
•     L’A.N.P.A.R. – Associazione Nazionale per l’Arbitrato e la Conciliazione, ha tra i suoi scopi quello della diffusione della cultura della conciliazione ed ha, a tal fine, istituito nel suo interno un organismo di conciliazione, denominato “Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato dell’ANPAR”;
•    L’Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato dell’ANPAR è stato riconosciuto con D.D.G. del Ministero della Giustizia del 29 gennaio 2008, ed iscritto al N. 24 del Registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione, a norma dell’art. 38 del decreto legislativo 17 gennaio 2003, tenuto dallo stesso Ministero della Giustizia;
•    L’Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato dell’ANPAR ha un suo regolamento, approvato dal Ministero della Giustizia e sue tariffe, anch’esse approvate dal Ministero della Giustizia;
•    L’iscrizione dell’Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato dell’ANPAR nel Registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione a norma dell’art. 38 del decreto legislativo 17 gennaio 2003, tenuto presso il Ministero della Giustizia, è garanzia di efficienza e serietà dell’Organismo nonché di imparzialità e di terzietà dei conciliatori ivi iscritti;
•    La Confartigianato A.L.I. della Provincia di Salerno, è un’associazione territoriale che ha carattere sindacale ed economico, è apartitica, senza fini di lucro, che si propone, tra l’altro, le finalità di rappresentare le imprese associate, promuovendone lo sviluppo economico, sociale e tecnico e di promuovere ed organizzare forme di prestazione di servizi di consulenza, assistenza ed informazione alle imprese associate;
•    La Confartigianato A.L.I. della Provincia di Salerno, ai sensi dell’art. 1 lett. k) dello Statuto, per il raggiungimento dei suoi scopi, può, fra l’altro, promuovere e/o istituire e/o partecipare ad Enti, Società, organismi, strutture, consorzi ecc., allorché vi siano finalità ritenute pertinenti con gli scopi e/o interessi dell’associazione stessa;
•    La Confartigianato A.L.I. della Provincia di Salerno, a fronte di contrasti che potrebbero insorgere tra gli associati, o tra i singoli associati ed i rispettivi clienti, ha l’esigenza di contribuire alla soluzione in via amichevole delle controversie, promuovendo una procedura conciliativa;
•    La Confartigianato A.L.I. di Salerno ha esaminato il regolamento dell’Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato dell’ANPAR e le sue tariffe e, avendoli ritenuti di suo gradimento, li ha accettati;
•    Le parti, quindi, concordano sull’esigenza di operare congiuntamente nella gestione delle controversie, di qualsiasi natura commerciale e non, che potrebbero insorgere tra gli associati della Confartigianato A.L.I. della Provincia di Salerno e/o tra i singoli associati e i rispettivi clienti
Tutto ciò premesso, tra le parti si concorda quanto segue:
1. Le premesse sono parte integrante del presente protocollo d’intesa.
2 – La Confartigianato A.L.I. di Salerno, in conformità a quanto previsto dall’art. 1 del suo Statuto, e ritenendo la diffusione delle procedure di conciliazione pertinente con gli scopi e/o interessi dell’associazione stessa, si impegna a devolvere all’A.N.P.A.R. sia le controversie che potrebbero insorgere tra gli associati della Coonfartigianato della Provincia di Salerno, sia le controversie che potrebbero insorgere tra i singoli associati ed i rispettivi clienti, al fine di amministrare la procedura di conciliazione.
3 – L’A.N.P.A.R., per la gestione di tali procedure di conciliazione, si servirà del suo Organismo di conciliazione, denominato “Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato dell’A.N.P.A.R.”, che amministrerà la conciliazione, secondo il suo regolamento e le sue tariffe, preventivamente accettati dalla Confartigianato A.L.I. di Salerno, allegati al presente protocollo e che ne costituiscono parte integrante e sostanziale.
4 – Le parti concordano che nessun onere di natura economica potrà derivare dalla sottoscrizione del presente protocollo, fatta eccezione per le spese inerenti l’espletamento delle procedure conciliative, così come stabilite dalle tariffe dell’ Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato dell’A.N.P.A.R., preventivamente accettate dalla Confartigianato A.L.I. di Salerno.
5 – Le parti si impegnano a sensibilizzare gli operatori del settore interessato per divulgare, a loro volta, le procedure di conciliazione.
6 – Il presente accordo viene sottoscritto per la durata di  2(____DUE_) anni a decorrere dalla data odierna. Alla scadenza potrà essere prorogato per un ulteriore triennio con preavviso da comunicarsi almeno 3 (tre) mesi prima rispetto alla scadenza.
7 – Il presente protocollo d’intesa, composto di quattro (4) pagine, e di n. 2 allegati, viene redatto in duplice copia.
Si allega:
1 – copia del regolamento approvato dal Ministero della Giustizia
2 – copia delle tariffe del servizio di conciliazione, approvate dal Ministero della Giustizia.
Salerno, lì

A.N.P.A.R.                        Confartigianato A.L.I. di Salerno
Il Presidente                                                                                             Il Presidente
GIOVANNI PECORARO                                                                           GALLO GIUSEPPE