Ammontano ad oltre  un milione di euro (1.016.515,87)  le risorse distribuite a favore di attività  di mediazione nel corso del 2012 dall'A.N.P.A.R. (associazione nazionale per l'arbitrato e la conciliazione) che ha chiuso il passato esercizio con il bilancio a pareggio.
"La pubblicazione  del Bilancio rientra nelle nostre scelte di responsabilità sociale ed è uno strumento attraverso cui presentiamo le prestazioni sociali, in un'ottica di continuo miglioramento". Questo è quanto affermato dal presidente Pecoraro, ed aggiunge che "il bilancio  è uno strumento di rendicontazione sociale e si caratterizza per proporre indicatori chiari e significativi del rispetto, nella gestione sociale".
Molto significative le risorse assegnate a:

dipendenti  per 134.061,40 euro,

mediatori  per 623.627,16 euro, 
 

formatori  per 119.661,90 euro. 
 

Questi risultati ottenuti malgrado  la "sospensione" della mediazione obbligatoria  (causata dalla sentenza della Consulta  dopo il periodo feriale) e in un anno nel quale la "recessione" è stata molto sentita dai cittadini,  sono davvero eccezionali".
Ufficio stampa
AIANNO