Il presidente Pecoraro scrive ai componenti delle due Commissioni Giustizia

On. Presidente e componenti della Commissione Giustizia del Senato, si ritiene utile allegare proposte normative e note illustrative della commissione di studio per l’elaborazione di ipotesi di organica disciplina e riforma degli strumenti di degiurisdizionalizzazione, con particolare riguardo alla mediazione, alla negoziazione assistita e all’arbitrato già depositata presso il Ministero della Giustizia- Ufficio Legislativo a firma del Pres. Prof. Avvocati. Guido Alpa.
Inoltre, quale rappresentante legale dell’associazione nazionale per l’arbitrato e la conciliazione (A.N.P.A.R.), accreditata presso il Ministero di Giustizia sia per la formazione sia per la mediazione, avanzo una opportuna richiesta affinché venga previsto per legge un contributo da corrispondere al mediatore, che deve presiedere al primo incontro di mediazione. Detto contributo è  da detrarsi dall’indennità spettante al mediartore, nell’ipotesi di proseguimento della procedura di mediazione. Sarebbe anche opportuno, una modifica al DM 180/2010 che, prevede solo formazione in aula e non formazione attraverso stanze virtuali come sta avvenendo oggi, per colpa dell’emergenza sanitaria. Quanto richiesto non solo è utile alla deflazione automatica dei processi ma è di grande vantaggio ai mediatori di diritto (avvocati) e ai mediatori appartenenti ad altre categorie professionali nonchè ai giovani neolaureati che avrebbero tutto l’interesse a dare una mano a questa Giustizia malata.
Grazie per l’attenzione, distinti saluti
Giurista d’impresa dott. Giovanni Pecoraro