Stamattina, mi è stato riferito, attraverso l’invio di centinaia di e-mail,  che  alla trasmissione istruzione per l’uso,  l’intervistato che  ha parlato di mediazione civile  ha affermato che:  i mediatori  o  i professionisti in generale  non sono  all’altezza di   “mediare tra le parti”  perchè privi di nozioni giuridiche appropriate. Non conosco le dinamiche che hanno portato la trasmissione  istruzioni per l’uso  “ad invitare l’ennesimo professorino ” che intende dare lezioni in materia di mediazione.  E’ stato anche detto  che il corso per diventare mediatore professionale è di 60 ore e non di 50, allarmandoVi non poco. Mi riferite anche,  che  intervistatrice  ha fatto riferimento  al mio intervento di lunedì affermando  di aver scatenato  voialtri a scrivere lettere di protesta a mia difesa. Sapete bene che così non è. Su quest’ultimo punto non ci torno, basta ascoltare la trasmissione del 21 c.m. per capire  come si sono svolti i fatti.
Veniamo invece al “professorino di turno “ il corso è di 50 e non di 60 ed è tenuto da un ente  pubblico o privato, presso cui Voi avete svolta l’attività di formazione  per diventare mediatori. Tra l’altro  l’idoneità dell’attività svolta da questi enti  è assicurata obbligatoriamente  da  un “responsabile scientifico di chiara fama”  così come previsto  dall’articolo 18 comma 2 lettera i). Dunque  un corso altamente professionalizzante, il cui programma parte dalle   tecniche di conciliazione  (comportamenti, empatia tra del conciliatore e le parti ecc),  alcune conoscenze giuridiche di base  informali e tantissime simulazioni) .  Mi avete anche scritto che  “il professorino”  ha affermato che il mediatore  professionale, essendo privo di conoscenze giuridiche  non è in grado,  come avviene  con il giudice,   di stabilire  chi ha torto e chi ha ragione. Il mediatore , è la persona o le persone fisiche  (non necessariamente avvocati o giuristi) che individualmente o collegialmente , svolgono la mediazione rimanendo prive,  in ogni caso, del potere di  rendere giudizi o decisioni vincolanti per i destinatari del servizio medesimo”.  Una sola cosa: non chiedetemi  di dare  ulteriori chiarimenti  a terzi  perchè non sono più  disponibile a darne. Seguite il “vostro” sito e se ci sono critiche, richieste  e chiarimenti  fatelo con il vostro Presidente.