L'organismo Internazionale di conciliazione e arbitrato dell'ANPAR (associazione nazionale senza scopo di lucro dal 1995) con le sue  3.842 domande di mediazione   e un milione di risorse distribuite tra dipendenti, mediatori, formatori e fornitori (come da bilancio regolarmente  presentato), si pone al primo posto nella graduatoria  fra tutti gli organismi iscritti al ministero."Nessuno meglio di noi" – dice con orgoglio il presidente dell'organismo Giovanni Pecoraro –  "questo è un primato che ci appartiene per costanza, qualità e quantità del lovoro svolto negli anni".
Analizziamo i dati ISTAT del ministero, escludento dal numero quelle presentate all'organismo dell'A.N.P.A.R. Sono 151.037 le domande di mediazione  presentate  ai 1008 organsimi pubblici e privati nell'anno 2012 accertate dall'ufficio statistiche del Ministero di giustizia.
Un aggregato  che  indica una media  per organismo di:
n. 1.438. mediazione per  le 105 camere di commecio;
n. 909 domande  di mediazione per i 166 ordini professionali (notai, avvocati, commercialisti, ingegneri, geometri, consulenti del lavoro, periti, medici ecc)
n. 204 domande di mediazione  per i  738 organismi privati.
"Noi come organismo privato abbiamo chiuso il bilancio in pareggio, è stato così anche per gli  enti pubblici?"
Dai numeri  mi pare di no!