Si allarga la giurisprudenza con sentenze pro-mediazione obbligatoria, non è possibile  rimettere alla discrezionalità delle parti  di manifestare al primo incontro, il proprio disinteresse nel procedere al tentativo. E' compito del mediatore  di verificare l'eventuale sissistenza di concreti impedimenti all'effettivo impedimento della procedura e non già quello di accertare  la volontà delle parti in ordine all'opportunità di dare inizio alla stessa.

Clicca qui per la sentenza del Tribunale di Firenze