L’Associazione Piccoli Proprietari Case (A.P.P.C.) della provincia di Bari, interessata  al progresso  della mediazione civile e commerciale che vede coinvolti in prima persona i propri iscritti, desiderosa di  distinguersi in questo particolare e difficile momento lavorativo, per stile, professionalità, cortesia, serietà ed onestà, ha sottoscritto con l’Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato  nonché Organismo di Formazione   per mediatori dell’ANPAR, iscritti rispettivamente al n. 24 e 22 del Registro tenuto presso il ministero di Giustizia,  un’importante e conveniente  accordo per l’avvio di procedure di mediazione.  Con l’accordo fortemente voluto dalla coordinatrice regionale ANPAR  di fresca nomina –  Avv. Maria Cataldo –  le parti danno vita  ad un disciplinare per  gli avvii di mediazioni   finalizzate alla risoluzione stragiudiziale delle controversie che dovessero insorgere fra gli iscritti all A.P.P.C. e  fornitori, consumatori, istituzioni pubbliche e private.
Questa collaborazione permette al presidente   dell’A.P.P.C., Simone Mauro,  di divulgare nel modo più efficiente  l’istituto di risoluzione alternativa delle controversie  alla giustizia ordinaria fra i propri iscritti. “E’ un accordo ancora più straordinario” dice il presidente  dell’Organismo Internazionale di Conciliazione & Arbitrato dell’ANPAR,  Giovanni Pecoraro “se si considerano i  vantaggi non di poco conto che ne derivano per i proprietari. L’obbligatorietà del tentativo  di mediazione‚ è già  in vigore per le locazioni  e ha dato in meno di un anno eccellenti  soddisfazioni alle parti in lite.  Ci auguriamo lo stesso risultato  anche  per le controversie condominiali  il cui tentativo di mediazione sarà obbligatorio a partire dal prossimo  20 marzo.
Con questo accordo le controversie relative  a compravendita e locazione attraverso la mediazione  di un terzo imparziale  sono il migliore biglietto da visita da proporre.