Leggiamo in un comunicato stampa dell’ordine degli avvocati di Messina secondo il quale  l’ordine  invita a stipulare una convenzione esclusiva – con l’Organismo di Mediazione Forense di Messina (che non appare  fra gli organismi pubblicati sul sito del Ministero di Giustizia ), –  che, gli avvocati convenzionati  effettuano (ai loro assistiti) uno SCONTO DEL 35% sulle  tariffe previste  dalla tabella “A” .

L’anpar fa chiarezza anche su questo. E’  l’art. 16  comma 4   lett. d) che  prevede che l’importo massimo delle spese di mediazione  è dovuto da ciascuna parte  e deve essere ridotto di un terzo nelle materie di cui all’art.  5, comma 1, del D. Leg 28/2010.

Dunque, nulla di eccezionale se, non quello di mortificare ulteriormente gli iscritti  e i cittadini facendoli passare  indirettamente ” ignoranti della materia”.

C’è ancora una cosa più grave  sulla quale  dovrebbe intervenire il Ministero.  Non è possibile che  all’interno del regolamento dell’ordine si legge  testualmente  che “tutte le parti debbono-possono essere assistite da un avvocato” !!!! Debbono o possono???? Mah!!!!!!

Le parti sono libere  di scegliersi il conciliatore che individuano e possono partecipare anche da sole al procedimento conciliativo.