Spett/le RAI- PRESIDENZA E DIREZIONE GENERALE
Alla spett/le Redazione di “UNO MATTINO”  

Oggetto: Richiesta di rettifica da parte dell’ Organismo Internazionale di Conciliazione & l’Arbitrato dell’A.N.P.A.R iscritto al n. 24 del registro tenuto presso il Ministero della Giustizia  (www.anpar.it),  e partecipante quale associazione regolamentata alla piattaforma  Europea di Bruxelles, per quanto attiene la tutela di interessi legittimi  della categoria dei mediatori professionali, composta dalla maggior parte da avvocati e laureati in  materie giuridiche-economiche e professionisti in genere (elenco sul sito citato) sul quale dal 20 marzo 2011 (data di entrata in vigore della obbligatorietà della mediazione)  ci sono stati circa 230.000 contatti .

Spett/le Redazione, dobbiamo, purtroppo intervenire, a tutela dell’immagine dei mediatori.  Stiamo ricevendo  tantissime lettere del seguente tenore “Qualora non a vostra conoscenza, desidero segnalare alla vostra attenzione il vergognoso intervento fatto stamani ad Unomattina (RAIUNO) intorno alle ore 08:35 dall’avv. Antonio Conte presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Roma.
Intervistato, senza contraddittorio (unico ospite), da Franco Di Mare avrebbe dovuto illustrare ai telespettatori il “nuovo” strumento della Mediazione civile ed invece ha fatto una filippica contro lo stesso con affermazioni false o ampiamente opinabili (utilizzando ripetutamente il termine di “mediaconciliazione”) e in ogni caso del tutto contrarie allo spirito del Servizio Pubblico che dovrebbe essere quello di informare e non fare da cassa di risonanza di una posizione estremamente di parte”.
Considerato che nella giornata odierna abbiamo cercato di ascoltare quanto denunciato  e detto dal  presidente “medioconciliatori” iscritto all’organismo  di mediazione forense di Roma, avv. Conte.
Premesso che è già in atto una denuncia al Garante  contro la RAI perchè in una precedente trasmissione  “PRIMADITUTTO”  non ha provveduto: nè a concedere nè a partecipare all’invito a mediare per  richiesta di risarcimento danni,  è d’obbligo  anche in questa sede richiederVi a concedere il diritto di replica anche in considerazione del fatto che  la mediazione civile non è prerogativa esclusiva degli avvocati, che con essa  hanno ben poco a che vedere o quantomeno sono alla pari  se non addirittura inferiore ad altri professionisti della mediazione. Ascolteremo la registrazione (non pubblicata ancora sul sito RAI) di quanto  esposto dall’intervistatore e dall’intervistato e provvederemo ad agire nelle sedi più opportune. Vogliate pertanto voler provvedere, dandoci comunicazione dell’avvenuta rettifica  “in altra trasmissione”,  di quanto richiesto. Resta inteso che deve essere dato avviso a questo organismo.  E’ fatta salva ogni azione  di risarcimento danni per la diffusione di falsi comunicazioni su un argomento di così vitale importanza e per danni all’immagine della nostra sigla sindacale e dei mediatori. Per il futuro, quando intendete parlare di mediazione  tenete conto che l’UNICA associazione senza scopo di lucro  REGOLAMENTATA ai sensi dell’art. 26  D. Leg.vo  206/2007 art. 2 comma 2,  a rappresentare i mediatori è la nostra sigla associativa.  Distinti saluti.

Il presidente
Dott. Giovanni Pecoraro*