Mediazione “obbligatoria” per le controversie che nascono  da “COVID19”

L’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus ha visto moltiplicarsi le liti e i conflitti determinati soprattutto dalla difficoltà di far fronte agli adempimenti contrattuali in ragione della sospensione forzata delle attività. La gestione delle liti sorte nel periodo e per effetto del lockdown non ha trovato risposta nelle aule dei Tribunali, che, rimaste chiuse, hanno di fatto paralizzato il sistema Giustizia  Lo spiega nei dettagli l’Avv. Marisa Cataldo -Responsabile Organismo di Mediazione ANPAR per la Puglia – in un articolo pubblicato sulla Gazzetta di Bari, qui allegato.

La Gazzetta del Mezzogiorno 15 luglio 2020